Offriamo una scelta di diverse centinaia di tessuti in pelliccia sintetica a metraggio, in decine di colori e varianti, e giorno dopo giorno cerchiamo di offrirvi la più ampia scelta possibile per tutti i vostri progetti creativi. Tuttavia, a volte è necessario tingere la pelliccia per darle ancora più sfumature e motivi, o per personalizzarla. Alcuni dei nostri clienti hanno già imparato tutte queste tecniche (creatori di effetti speciali e creature animatroniche, costumisti, cosplayer, creatori di fursuits, ecc.) e con il loro aiuto vorremmo mostrarvi come tingere o dipingere semplicemente la pelliccia sintetica. Vi invitiamo a scoprire le loro creazioni nella nostra galleria fotografica e aggiungeremo anche i link ai loro siti web più avanti in questo articolo.

Tingere i tessuti in ecopelliccia ?

È possibile desiderare (o avere la necessità) di tingere i tessuti in pelliccia sintetica per creare effetti visivi che non esistono sui tessuti originali. Infatti, anche se offriamo una scelta di diverse centinaia di tessuti in un’ampia gamma di colori e motivi, potreste voler creare una sfumatura di colore o un motivo che non esiste altrove. Per questo motivo, dipingendo o tingendo il tessuto di ecopelliccia, è possibile creare punti colorati, strisce, motivi geometrici, gradazioni molto sottili o persino aggiungere lettere o scritte alla pelliccia… le possibilità sono infinite!

Ecco alcuni esempi di ciò che si può ottenere…

Vi presenteremo diverse tecniche di tintura, dalle più semplici alle più complesse, alcune delle quali non richiedono praticamente alcun investimento e sono molto facili da realizzare. Altre richiedono un po’ più di attrezzatura ed esperienza. Queste tecniche sono lavabili in lavatrice e consentono di creare disegni e motivi molto precisi. Vi invitiamo a provarle personalmente: i risultati vi stupiranno !

Posso usare un colorante per tessuti ?

No, questi coloranti, spesso in polvere, non funzionano sui tessuti di pelliccia sintetica. Esistono tinture “per tutti i tessuti” molto facili da usare, ma non funzionano sulle fibre sintetiche e scompaiono non appena si versa dell’acqua sul tessuto di pelliccia sintetica appena tinto. Le abbiamo testate per voi e nessuna funziona. Esistono anche tinture speciali per poliestere e fibre sintetiche, ma richiedono l’ebollizione dell’acqua, che non è consigliata per i nostri tessuti di ecopelliccia e ne rende impossibile l’uso.

Posso usare vernice spray o in vaso ?

No, assolutamente no! Le vernici liquide (a base di glicerina o di acqua) sono troppo dense e depositano sul pelo uno strato compatto di vernice che attacca irreversibilmente i peli tra loro. Anche le vernici spray sono da evitare, perché spruzzano particelle molto fini che si attaccano ai peli e non li colorano in modo uniforme. Il risultato non sarà all’altezza delle vostre aspettative e potrebbe rendere la parte di stoffa completamente inutilizzabile.

Prima tecnica: il pennarello a vernice

Questi pennarelli sono molto facili da usare e contengono vernice a base d’acqua o acrilica. La vernice è inodore e non contiene solventi o alcol. È altamente coprente e offre un’ottima copertura, e può essere applicata su tutti i tipi di superficie: vetro, plastica, legno, carta, cartoncino e tessuti. Questi pennarelli facilitano il disegno, la scrittura e la pittura e possono essere acquistati con punta fine o larga. La marca più nota è Posca, ma anche molte altre marche equivalenti offrono questi pennarelli, che si possono trovare nei negozi di hobbistica e sui siti di vendita online.

Per tingere la pelliccia con i pennarelli :

  • È sufficiente accarezzare la punta del pennarello in direzione dei peli.
  • Potrebbe essere necessario ripassare più volte sullo stesso punto per rendere la tinta completamente opaca.
  • Non esitare a lavorare lentamente, controllando che la punta del pennarello sia ancora priva di primer. Per verificarlo, tenere un foglio di carta vicino a sé e scriverci sopra di tanto in tanto per controllare che la vernice fluisca dalla punta. Se così non fosse, scuotere la penna e scrivere un po’, premendo qualche volta sulla punta per ri-innescarla.
  • Lasciare asciugare la vernice per qualche minuto.
  • Quindi spazzolare delicatamente il pelo.

Ecco il risultato dopo la spazzolatura :

Con questa tecnica si possono realizzare disegni molto precisi o addirittura scrivere parole sul tessuto di pelliccia sintetica. Questa vernice è resistente ai lavaggi a 30°, quindi è possibile conservare il disegno per molto tempo.

Seconda tecnica: pastelli

Con le matite pastello a olio è molto facile tingere la pelliccia. Per farlo, è necessario disporre di matite pastello standard, come quelle che si possono acquistare nei supermercati o nei negozi di articoli artistici. Nei test che seguono, abbiamo provato i pastelli di diverse marche; più sono grassi, più i colori saranno facili da applicare.

Ecco come colorare la pelliccia con i pastelli :

  • Passare la matita pastello sulla pelliccia, in direzione del pelo, premendo bene, facendo attenzione a non rompere la matita ( ricorda: sono fragili!).
  • Non esitare a passare più volte sullo stesso punto per assicurarti che il colore sia ben depositato sui capelli.
  • Si può anche sollevare il pelo per tingere anche il sottopelo, in modo che il colore sia impregnato in profondità e non solo in superficie.
  • Spazzolare il pelo per sciogliere eventuali peli incastrati.
  • Opzionale: è possibile rendere il risultato ancora più bello lavando la pelliccia in lavatrice (30° al massimo) e lasciandola asciugare all’aria. Quindi spazzolare la pelliccia per ripristinarne la morbidezza.

Anche in questo caso, abbiamo testato la nostra pelliccia mettendola in lavatrice a 30°. Si nota che dopo il lavaggio i colori diventano un po’ meno vivaci. Se vi interessa mantenere un colore brillante e vivace, potete fermarvi alla fase di spazzolatura e non lavare poi la pelliccia. Si noti che i colori delle matite pastello si fondono molto bene ed è facile creare gradazioni superbe.

Ecco il risultato finale dopo la spazzolatura e il lavaggio in lavatrice :

Terza tecnica: aerografia

L’aerografo è lo strumento per eccellenza per tingere il tessuto in pelliccia sintetica, ma ve lo presentiamo per ultimo perché è più costoso e più complesso da usare rispetto alle due tecniche precedenti. Con l’aerografo si possono dipingere grandi superfici, ma anche creare dettagli molto fini, utilizzare stencil o realizzare forme geometriche molto precise con l’aiuto di un po’ di nastro adesivo.

L’aerografo è una pistola per vernici in miniatura delle dimensioni di una penna. L’aerografo funziona con due elementi: l’aria compressa (contenuta in un piccolo compressore d’aria) e un mezzo (il prodotto spruzzato, vernice ad olio o acrilica, inchiostro, acquerello, pigmento, ecc.) Questo strumento permette di spruzzare la vernice sul pelo, producendo disegni superbi.

I nostri costumisti, artisti degli effetti speciali, cosplayer e fursuiter sono tutti esperti nell’uso dell’aerografo. Piuttosto che metterli alla prova noi stessi, abbiamo deciso di mostrarvi alcune delle meraviglie che hanno creato qui sotto. Potete vedere altre creazioni cliccando sui link ai loro profili di social network e ai loro siti web.

Esempi di ciò che fanno i nostri clienti

Per ispirarvi e mostrarvi tutto ciò che si può ottenere con la tintura di tessuti in pelliccia sintetica, ecco una galleria di creazioni dei nostri talentuosi clienti. Queste tecniche illustrano i 3 metodi che abbiamo presentato e vi si possono trovare anche video tutorial completi per aiutarvi a iniziare!

KCB Fursuits (aerografo con vernice acrilica)

Luxia Cosplay (pennarello)

Shadya (aerografo)

Chimeral Cosplay Art (aerografo)
Pretzl Cosplay (pastello)
Custom Costumes Shop (aerografo)

Gruliette FX (aerografo, vernice acrilica e alcool)